La geometria nascosta. Classi 5 Scuola Primaria Cpl.

Di Maestri Antida

Quest’anno le classi quinte del nostro Istituto Comprensivo, hanno avuto la possibilità di partecipare ad un laboratorio scientifico, didattico e sperimentale, “La geometria nascosta”, grazie al contributo economico dell’Ass.ne Lions, un’Associazione umanitaria presente anche nel nostro paese.
Il dottor Bolzoni, presidente dell’Ass.ne della sede di Borgotaro, è venuto a trovarci in classe e ci ha spiegato che i Lions sono presenti in tutto il mondo e il loro scopo è quello di rispondere sia ai bisogni delle comunità locali (come Borgotaro) ma anche ai bisogni di tutto il mondo.
Attraverso i loro Club organizzano manifestazioni ed eventi per raccogliere fondi da destinare a chi ne ha bisogno; non solo, si preoccupano di promuovere la pace e di finanziare progetti alle scuole per aumentare l’offerta formativa.
Noi abbiamo chiesto il motivo della scelta di destinare dei soldi alla nostra scuola e il signor Bolzoni ci ha detto che noi siamo il futuro, siamo “quanto di più prezioso” ci sia e questa esperienza ci potrà essere molto utile per il futuro; allora ci siamo ricordati una frase che abbiamo letto qualche mese fa in un testo scientifico: “Il cervello viene plasmato dall’Esperienza. Fino alla vecchiaia le esperienze che facciamo modificano la struttura fisica del cervello…”

 


Ringraziamo tutti i membri di questa associazione per averci dato questa importante opportunità: grazie!
La professoressa Livia Ottaviani ci ha introdotti nel meraviglioso mondo della “Geometria Nascosta”. Abbiamo riflettuto, osservato e sperimentato che la simmetria è presente ovunque intorno a noi, nel mondo animale e vegetale, nell’arte… anche in noi esseri umani.
Abbiamo osservato foglie, fiori, piante, animali, fossili; abbiamo giocato con le forme geometriche, abbiamo usato gli specchi per trovare gli assi di simmetria e pitturato con le tempere per evidenziare la simmetria assiale…
Ma abbiamo anche capito l’analogia tra un fiocco di neve e un favo di un alveare: la forma esagonale che permette di avere una maggiore superficie da riempire con il miele…
E’ stato un laboratorio ricco di “esperienze” che ci porteremo sempre appresso perché ci ha permesso di avvicinarci alla scienza in modo diretto, piacevole, coinvolgente ma anche rigoroso.
Grazie all’Ass.ne Empirica di Parma che organizza questi progetti a carattere laboratoriale con la finalità di promuovere e diffondere la cultura scientifica
e un grazie speciale alla prof. Livia che ha saputo trasmetterci il suo immenso amore per la natura e le leggi che la regolano.
Ora qualche commento dei bambini:
“E’ stata una straordinaria opportunità: abbiamo fatto tanti esperimenti e ogni volta ci sorprendevamo…” Sara
“Non pensavo che ovunque ci fosse della geometria.” MChiara
“Noi avevamo già studiato la simmetria ma, grazie a questo progetto, abbiamo imparato meglio perché abbiamo sperimentato…” Giulia
“A volte è stato difficile trovare le risposte, ma ragionando e sperimentando ci siamo arrivati…” Chiara B.
“Siamo stati fortunati a fare questo laboratorio perché non sempre siamo così attenti ad osservare le cose che ci circondano.” Chiara S.
“Abbiamo imparato cose nuove sulla geometria e sulla botanica: questa esperienza ci servirà anche nei prossimi anni…” Matteo
“E’ stato divertente approfondire questi aspetti degli oggetti e della natura che ci circonda… Sembrano banali ma, se approfondiamo, scopriamo che sono molto complessi…” Erika
“E’ stata una bella opportunità perché ora, quando guardiamo gli oggetti, li vediamo “con altri occhi” Rebecca
“E’ stato bello perché non era solo una spiegazione ma abbiamo fatto diversi tipi di esperimenti…” Matilde
“Io non c’ero ma mi sarebbe piaciuto fare gli esperimenti con lo specchio…” Paolo
“E’ stato anche bello perché non mi aspettavo di trovare la geometria nella storia…” Cristiano
“Abbiamo conosciuto cose nuove e abbiamo fatto tanti esperimenti…” Katia
“Abbiamo conosciuto persone nuove che ci hanno insegnato qualcosa di importante…” Andrea T.
“Anche in classe lavoriamo spesso con la geometria ma grazie a questo laboratorio abbiamo capito quanto è sorprendente la natura…” Celeste
“La professoressa Ottaviani è stata molto generosa a dedicarci il suo tempo…” Matilde ed Erika
“Dobbiamo ringraziare la prof per aver portato tanto materiale sul quale lavorare.” Chiara B.
“E’ stato molto interessante perché per rispondere alle domande dovevamo scervellarci” Andrea M.
“E’ stato molto bello lavorare in questo modo, facendo esperimenti…” Marianna
“Questa attività ci sarà utile anche in futuro…” Roberto
“Alcune piante non le conoscevamo…” Celeste
“Per matematica e italiano non avremmo mai saltato un’ora di intervallo, invece per questa esperienza ne è valsa la pena!” Celeste
“Abbiamo scoperto che il cerchio ha infiniti assi di simmetria….” Morena
“Abbiamo osservato stelle marine, conchiglie, un millepiedi, il bambù, dei fossili, delle foglie, il riccio marino, fiori, l’alveare, bacelli di fagioli, ma anche specchi, tempere, fotocopie su cui lavorare, cartoncini con forme geometriche, monete, pongo, lego, stuzzicadenti e tanti cartelloni.”
I bambini e le maestre delle classi quinte.